Opportunity Seekers vs. Oxford: eleggiamo la "nostra" Parola del 2015!


Face with Tears of Joy, ti sfidiamo!


Cari tutti, ben ritrovati :)
Dopo la pubblicazione, qualche giorno fa, del mio post sulla... originale scelta, fatta da Oxford Dictionaries, di eleggere Parola del 2015 l'emoji Face with Tears of Joy, ho avuto modo di raccogliere le vostre impressioni, tutte più o meno perplesse, quando non sarcastiche...
Riflettendoci su - anche grazie al vostro aiuto - mi sono reso conto di quanto la visione degli studiosi inglesi sia stata, in effetti, limitata al solo Web anglofono: una parte preponderante della Rete, ma che non può certo pretendere di rappresentarla nella sua interezza.
Forte di questa consapevolezza, ho cominciato a pensare a una possibile risposta italiana alla decisione degli accademici britannici - presa, tra l'altro, quasi solo per meri motivi statistici: quale potrebbe essere la "nostra" Parola dell'Anno? Quale può rappresentare al meglio le novità, le sfide e i sentimenti di questi ultimi mesi?
Tra crisi internazionali ed economiche, innovazioni tecnologiche e gossip, il compito di individuarla non è affatto semplice, non trovate?
Ed è qui che entrate in gioco voi!


Le elezioni sono aperte, promuovete la "vostra" Parola!


Infatti, cari Opportunity Seekers, è a voi che chiedo un piccolo aiuto: nella sezione dedicata ai commenti, lasciate la "vostra" Parola del 2015, aggiungendo - se volete - un aneddoto, una notizia o una riflessione che ne giustifichi la scelta: anche se privi della "potenza di fuoco" mediatica di un grande Ateneo, il nostro esperimento potrebbe aiutare il pubblico a ripensare al proprio rapporto con i Media, e con la Rete in particolare; e non sarebbe poco ;-)
Che ne dite di partecipare?
Sfidiamo Oxford, e riappropriamoci di una relazione più consapevole con l'Informazione; la sera del 31 dicembre tireremo le somme!

Grazie per il vostro contributo, a presto :)




Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto