Artigiani o Avanguardisti?


Due strade diverse


Nel lavoro, come nella vita, possiamo individuare due categorie di persone: una include tutti coloro che puntano sulla continuità e sulla rassicurazione; l'altra, al contrario, riunisce gli amanti delle sfide e del cambiamento continuo.
Si tratta di due approcci molto diversi: se il primo ricorda molto da vicino il modo di agire di un Artigiano, il secondo si avvicina allo spirito dell'Avanguardista.
E noi, a quale gruppo apparteniamo? 
Cerchiamo di scoprirlo insieme!


Il sentiero dell'Artigiano...


L'Artigiano è colui che trae la propria forza dalla Storia - collettiva o personale: la sua attività si fonda su formule semplici ma di impatto, da custodire e tramandare nel tempo.
La sua cura è rivolta principalmente ai propri strumenti, che vanno sempre tenuti nelle migliori condizioni possibili.
I clienti si rivolgono a lui con fiducia, sicuri di poter contare su un modello ampiamente collaudato, a prova di incertezze o delusioni.
Sono molti gli ambiti professionali che possiamo ricondurre a tale regno: manifatture, industrie agro-alimentari, strutture alberghiere...; anche in campo artistico gli esempi non mancano: scrittori divenuti veri e propri miti del proprio genere, o anche cantanti - pensiamo per esempio ad Adele, che con il binomio voce potente/ballads lacrimevoli ha conquistato una fama planetaria :)
Ma a prescindere dalla nostra professione, possiamo sempre dirci Artigiani se i nostri tratti distintivi sono grande affidabilità, costanza e un debole per la Tradizione.
Tuttavia, un atteggiamento di questo tipo può lasciarci impreparati di fronte ai cambiamenti che, volenti o nolenti, potremmo trovarci ad affrontare. 


...E la rampa di lancio dell'Avanguardista


L'Avanguardista, al contrario, non vede l'ora di scontrarsi con i cambiamenti: anzi, lui stesso vuole esserne il motore!
Alla perenne ricerca di qualcosa di diverso, si butta a capofitto su ogni novità, tentando ogni volta di spingersi al limite, di riscrivere le regole del gioco.
Non c'è che dire, egli ha davvero fame di conquista!
Il nostro tempo vede sempre più Avanguardisti: stratupper, visionari, tutti all'inseguimento dell'idea più disruptive... se anche per loro volessimo trovare un'icona pop, sarebbe difficile non pensare alla stravagante Lady GaGa, le cui... "trovate" non temono perplessità - o ridicolo - di sorta :D
Ma niente paura, non è necessario sfoggiare bistecche o esplosioni varie per dirci membri a pieno titolo della categoria: una curiosità vivace e una certa insofferenza per tutto ciò che non sia originale sono sufficienti per guadagnarci il biglietto di ingresso...
Attenzione però all'amore per il Nuovo tout-court: più recente non significa sempre migliore... e forse è meglio tenere almeno un piede per terra!




Ma a volte i cammini si incrociano!


Artigiani e Avanguardisti, due mondi a parte?
Non del tutto, per fortuna.
Con l'esperienza dei primi e la proattività dei secondi, infatti, è possibile compiere veri e propri miracoli.
Non è un caso che la "ripresina" economica che ultimamente stiamo vivendo in Italia sia trainata, almeno in parte, anche dalla crescente Ibridazione fra antichi mestieri e tecnologie digitali: ne sanno qualcosa i Makers, sempre più conosciuti, e i proprietari di tante venerande attività rilanciate dai Social Network.
Artigiani Digitali e Avanguardisti Buongustai!
E in fondo, a pensarci bene, quale Paese, se non il nostro, potrebbe incarnare così la sintesi di Antico e Moderno?
Insomma, a prescindere dal nostro sentire, sulla nave del Progresso c'è posto per tutti!


E adesso, come sempre, a voi la parola: vi vedete più Artigiani o più Avanguardisti? Oppure state percorrendo la strada "virtuosa" dell'Ibridazione?


I vostri commenti sono sempre i benvenuti, a presto!

Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto