Dalla Medicina... all'Istruzione Student-Specific?


Dalla Medicina...


Ognuno è fatto a modo suo.
Sembra una pillola di saggezza popolare, ma se ci pensiamo bene è una grande verità, che la nostra esperienza di vita può confermare.
Anche le Scienze sembrano volerne prendere atto: in campo clinico, prendono sempre più piede concetti quali Medicina Patient-Specific (che ho, in modesta parte, affrontato nella mia tesi di Laurea) e Medicina Narrativa (di cui abbiamo già parlato); il tema è di stringente attualità, come testimoniato dallo sviluppo di strategie innovative e dal diffondersi di eventi dedicati di ampio respiro.
Con tanto interesse da parte del pubblico, viene da chiedersi se questo approccio personalizzato non possa essere applicato ad altri ambiti altrettanto importanti.
Ad esempio, perché non introdurre la stessa logica nel campo dell'Istruzione?    


All'Istruzione Patient-Specific


In fin dei conti, pochissimi ambienti rendono evidenti le differenze interpersonali quanto la Scuola: alcuni alunni sono più riflessivi, altri più vivaci; alcuni amano scrivere, altri parlare; alcuni imparano ascoltando, altri leggendo... e altri facendo!
Tutto questo dovrebbe tradursi, nei limiti del possibile, in approcci educativi diversi.
Se tempo e risorse scarseggiano, un maggiore coordinamento tra docenti e studenti potrebbe essere di aiuto per elaborare strategie efficaci e tempestive: perché non introdurre una vera e propria Pagella Digitale Narrativa? Un documento dinamico, dove gli insegnanti possano fornire annotazioni, giudizi, materiale di recupero/approfondimento da scaricare a seconda delle necessità individuali; gli alunni, osservazioni, richieste o domande; il tutto con cadenza settimanale o mensile, magari.
Una vera e propria cronistoria del processo di apprendimento individuale, attraverso la quale ciascun discente possa essere valorizzato il più possibile, anche in termini di orientamento accademico e/o professionale. 
Fantascienza?
Forse; eppure gli esempi di tecnologie Student-Specific esistono: che ne pensate dei libri di testo digitali in grado di rilevare il livello di ciascun alunno, e di fornire aiuto ed esercizi appropriati? 
Le nostre aule stanno per diventare molto meno noiose!




Ogni Persona è un Universo!


Insomma, come abbiamo ricordato all'inizio, ogni persona è unica, così come il suo corredo genetico, i suoi processi mentali, le sue esperienze.
Un unico paradigma terapeutico, culturale, ecc. non sempre può condurre a risultati ottimali.
Essere consapevoli di questa realtà sarà sempre più vitale per il corretto sviluppo di metodologie e di strumenti più efficaci, che ci coinvolgeranno in misura via via maggiore: l'era dei pazienti e degli alunni passivi sta tramontando, dobbiamo prepararci ad un progressivo empowerment in tutte le aree della nostra vita quotidiana.
Una sfida di grandi proporzioni, ma che va affrontata, per diventare, ogni giorno di più, protagonisti della nostra vita.


E adesso, come di consueto, a voi la parola: come vedete Ospedali e Scuole del Futuro? Riusciremo ad avere più controllo sulle nostre vite? :)


I vostri commenti sono sempre benvenuti, a presto!

Popular posts from this blog