A volte ritornano... gli hashtag su LinkedIn



Non sempre una separazione è definitiva.

Non sempre la temuta pausa di riflessione è l'anticamera di una rottura irreparabile.

Chiedetelo a LinkedIn!

La piattaforma, infatti, ha annunciato qualche giorno fa attraverso il suo blog il ritorno degli hashtag, i quali - dopo una prima apparizione nel 2013 e una successiva scomparsa pressoché totale in seguito alla scarsa reattività degli utenti - rifanno capolino sull'app mobile del social network.

Da adesso, basterà affiancare ad una parola o frase il celebre cancelletto perché essa diventi cliccabile dal nostro tablet, permettendoci di visualizzare altri post, aggiornamenti, ecc. contenenti lo stesso termine.

Un cambiamento in apparenza non particolarmente importante, ma in realtà molto più utile di quanto possa sembrare - ad esempio, ora sarà più semplice rintracciare un contenuto che ci aveva colpito.

La novità verrà estesa anche alla versione su desktop?

Personalmente, spero proprio di sì; tuttavia, dal momento che un numero ormai ragguardevole di utenti accede a LinkedIn attraverso un dispositivo mobile, non farà male iniziare fin da ora ad utilizzare la nuova funzionalità, a prescindere dal device che preferiamo.

Un hashtag appropriato (come #Innovazione o #Education) potrebbe aiutare un nostro post a farsi notare da un numero maggiore di iscritti, e quindi a ottenere più letture, apprezzamenti e commenti.

E chissà che nei prossimi mesi, davanti a un eventuale reazione positiva del pubblico a questo "ritorno di fiamma", non si decida di introdurre anche una sezione dedicata ai Trending Topics, sull'esempio di Twitter e Facebook.

Credo che una soluzione del genere potrebbe migliorare sensibilmente l'esperienza di navigazione sulla piattaforma - se non altro, sosterrebbe gli sforzi di chi da anni lotta contro meme, gattini e polemiche inutili ;)

Certo, è ancora presto per valutazioni di questo tipo, la novità è ancora molto recente e servirà del tempo per accertarne la portata.

Per il momento, incrociamo le dita.


E ora, come sempre, a voi la parola! Che ne pensate? Si tratta di un cambiamento interessante o inutile?
Resto in attesa dei vostri commenti, a presto!

Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto