#GiovaniDiOggi - Aspettative contrastanti


Ed eccoci alle soglie di un nuovo weekend - con un nuovo aggiornamento sui #GiovaniDiOggi.

In genere, uno dei principali ostacoli sulla strada del dialogo è lo stereotipo: e i rapporti fra le diverse generazioni non fanno eccezione.

Come dovrebbero essere i Millennials, agli occhi dei propri genitori?

I ragazzi di oggi devono essere pragmatici: il vecchio Mondo del Lavoro non tornerà più, il posto fisso è monotono, si deve guardare avanti... ma non devono neppure essere apatici e accettare passivamente la realtà!

Ed ecco che in Italia una startup emergente nell'ambito del crowdsourcing per l'interior design si ritrova al centro di una interrogazione parlamentare e vede uno dei fondatori sospeso da un indignatissimo Ordine degli Architetti.

Il motivo?

Abbracciano la nuova Gig Economy contro troppo entusiasmo, rovinando la piazza ai professionisti regolari.

Coraggiosi pionieri o nemici dei lavoratori?

Potrà sembrare un episodio di poco conto, ma penso vada a illuminare perfettamente l'atteggiamento ambiguo nei confronti delle nuove generazioni.

Gli under 35 fanno bene a rimboccarsi le maniche nella nuova realtà, o dovrebbero scendere in piazza per contrastare un cambiamento poco favorevole?

Se protestano, sono etichettati come anime belle; se cercano di adattarsi, non hanno spina dorsale.

Insomma, a quanto pare come fanno sbagliano, questi poveri ragazzi!

Non hanno ancora imparato a rompere gli schemi senza pestare i piedi a nessuno, né ad accettare la realtà senza essere apatici - almeno a sentire i loro critici.

E voi, che ne pensate?

Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto