Medium - se la concorrenza ti spazza via...


Come avevo anticipato, sono sbarcato ufficialmente su Medium.

Il mio primo articolo è un po' diverso da quelli che pubblico sul blog - ma senza fare spoilervi invito a dargli un'occhiata, se avete tempo (altrimenti, amici come prima )

Ora, come sempre all'inizio di una nuova avventura social, ho iniziato a guardarmi intorno, a interagire (questo in realtà già l'ho fatto per alcuni mesi)... e ad attendere visite e commenti.

Che però non sono arrivati.

Disperato, vado a controllare la concorrenza per capire dove siano finiti i lettori.

Qualche click... e subito è risolto il mistero!

Altro che "concorrenza"; mi trovavo gomito a gomito... con Matteo Renzi!

Proprio così: qualche ora prima di me, ecco l'ex-Presidente del Consiglio inaugurare il suo magazine personale sulla piattaforma.

Ovviamente, l'evento non è passato inosservato: Renzi vanta già migliaia di follower, mentre il suo primo post (qui, a vostro rischio e pericolo! ) ha già raccolto oltre seicento mi piace e duecentotrenta commenti.

Proprio fra le reazioni del pubblico ritrovo il segreto della viralità: la controversia.

E in effetti gli interventi degli utenti non deludono le aspettative, dividendosi pressoché equamente in due campi opposti:

Vai Matteo, siamo con te!!!

e

Ma levati dalle pa**e, una volta per tutte!!!

A quanto ho visto, solo uno o due commenti sfuggono alla logica da stadio.

D'altronde, è inevitabile: personaggio famoso + polemica = engagement a badilate.

Il mio articolo non ha avuto speranze - ubi maior, minor cessat.

Un'utilitaria asfaltata da un carro armato.


Insomma, mi sa che mi tocca riprovare con il prossimo pezzo... 

Popular posts from this blog