#GiovaniDiOggi - pillole di Social-sintesi


È da un po' che ci penso.

Ci lamentiamo del fatto che tanti ragazzi (ma non solo, aggiungerei) scrivono male, come se invece di scrivere un tema dovessero mandare un messaggio agli amici.

Sigle misteriose, accozzaglie di consonanti - insomma, non è il massimo!

Forse no... a meno che non si debba scrivere sui social network.

Pensiamo a Twitter, ad esempio: quante volte vorremmo comporre un tweet fantastico ma per due o tre caratteri di troppo proprio non ci si riesce?

Ecco allora che le abbreviazioni, se usate con un po' di criterio, ci possono aiutare.

Proviamo a vederne qualcuna insieme!


- BAE

Cosa significa? 

Deriva dall'inglese, e sta per Before Anyone Else, ovvero Davanti a chiunque altro: quindi, se una persona vi definisce così, vi ama molto - oppure è un vostro stalker.


- CustServ

Questa è facile - Customer Service, vale a dire Servizio Clienti: se gestite un'azienda, non potete non conoscerlo!


- FF

Qualcuno su Twitter vi menziona accanto a questa sigla?

Niente paura, non è un insulto, tutt'altro - Follow Friday, infatti, è un riconoscimento che un vostro contatto vi offre alla fine della settimana lavorativa, invitando i propri follower ad seguirvi a loro volta.


- OMG

Siete stupiti, sorpresi o agghiacciati?

Ecco, allora è proprio il caso di dire Oh My God (or Goodness, se non volete infrangere il Secondo Comandamento)


- OT

Ogni tanto, potrebbe capitarvi di trovarvi in questa situazione: una discussione va per le lunghe e si finisce per divagare, andando Off Topic.

Nel caso, scusatevi e ritornate al nocciolo della questione.


- OTP

Se siete appassionati di serie TV, probabilmente fate anche voi il tifo per la One True Pairing - cioè quei due personaggi che starebbero così bene insieme... ma che i perfidi sceneggiatori terranno invece il più lontano possibile l'un* dall'altr* (per tenere voi incollati al teleschermo per venti stagioni).


- WTF?

Se OMG non vi basta per esprimere il vostro disorientamento, ecco qualcosa di decisamente più forte: What The F**k? (ovvero Che ca**o?)

Da usare con cautela, mi raccomando!


Eccole qui, quindi - sette espressioni che forse ora non suonano più così misteriose.

E voi, ne conoscete altre? Citatele nei commenti!


Buon weekend!

Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto