Blogging - da dove si comincia?


A volte basta una semplice domanda per farci riflettere.

È quello che mi è capitato l'altro giorno, leggendo una richiesta su Quora:

Cosa dovrei scrivere nel mio primo post?

Se ci pensiamo, non è un quesito banale: non si dice che chi ben comincia è già a metà dell'opera?

Un inizio promettente permette ai lettori di farsi un'idea del nuovo blog, di capire se possa essere interessante per loro, e magari anche per i loro amici!

Bene: ho ridato un'occhiata al mio primo pezzo, ho letto qualche post inaugurale qua e là... e dalle mie osservazioni penso di aver ricavato una traccia utile per tutti i nuovi blogger pronti a partire!

Eccola:


1 - Chi sei? Presentati

Il rapporto fra chi scrive e chi legge dovrebbe essere basato sulla fiducia.

Ma perché ciò avvenga, non si può restare troppo nell'ombra - il mistero può affascinare, ma anche inquietare, alla lunga!

Ecco perché credo sia bene partire parlando un po' di sé, in che parte del Mondo si vive, di che cosa ci si occupa...

Non è necessaria un'intera autobiografia, anzi, meglio evitare di dilungarsi troppo: ma qualche tratto essenziale sulla propria persona aiuta i lettori a capire meglio chi si trovano di fronte, a costruire un legame.

Ad esempio, qualcuno di loro potrebbe vivere nella stessa Regione, o lavorare nello stesso settore - tutti ottimi spunti per rompere il ghiaccio!


2 - Perché questo Blog?

Questa è la parte centrale di un primo post - rappresenta la sua ragion d'essere.

Perché è nato il blog? E perché proprio su quel dato argomento?

Sono due domande molto importanti, a cui si può rispondere in molti modi: c'è inizia a scrivere per esprimere le proprie idee e i propri stati d'animo, chi lo fa per creare un movimento d'opinione, chi per motivi professionali, per promuovere la propria attività.

Ogni blog ha una sua storia.

E proprio fare un po' di sano storytelling può essere utile per coinvolgere i lettori - si può parlare di quella mattina in cui tutto è iniziato davanti ad una tazza di caffè, oppure dell'ammirazione e lo spirito di emulazione provate nei confronti dei blogger che ce l'hanno fatta...

In ogni caso, è bene essere onesti al riguardo: difficile parlare di un semplice diario personale, se poi lo si riempie di banner pubblicitari!


3 - Cosa dobbiamo aspettarci?

A questo punto, è giunto il momento di ingolosire i lettori, gettare loro qualche esca succulenta.

Cosa dovranno aspettarsi per il futuro? 

Brevi post o lunghe, epiche dissertazioni?

Fotografie fantastiche o video divertenti?

E con che frequenza - quotidiana, bisettimanale, settimanale?

Esiste una newsletter a cui iscriversi?

Potranno mandarti delle e-mail?

Rispondere a queste e altre domande inizierà a creare in loro un senso di abitudine, il piacere di un appuntamento a cadenza regolare.


Tre semplici punti, insomma, un piccolo party d'inaugurazione per una nuova avventura.


E a questo punto, in bocca al lupo a tutti i novelli blogger!

Popular posts from this blog

AccaNEETi, nonostante tutto