Scrivere ogni giorno - si può!


Domanda da un milione di euro:

Come si impara a scrivere bene?


Risposta (gratuita, tranquilli!):


Leggendo molto e allenandosi con costanza


Messo così, sembra tutto molto semplice, vero?

Forse no, verrebbe da dire: in fondo, chi li trova il tempo e la voglia di scrivere ogni santo giorno?

Quante volte restiamo stupiti dalla prolificità di certi blogger, che immancabilmente sfornano un nuovo post ogni mattina, weekend e giorni di festa inclusi?

Ma come faranno mai, sono forse delle macchine?

Di fronte a questi campioni del blogging, scoraggiarsi è fin troppo facile - non c'è tempo, c'è altro da fare, non sappiamo cosa scrivere...

...Eppure, se ci riflettiamo sopra, non è detto che per esercitarsi servano chissà quali atroci sforzi quotidiani.

Si può benissimo iniziare con poco.

Proviamo a pensarci - ad esempio, abbiamo un account Twitter?

Bene; il limite massimo di un tweet è 140 caratteri, ovvero, in base ad una rapida ricerca, circa venti, ventitré parole.

Pertanto, una decina di cinguettii corposi può contenere circa duecento-duecentotrenta parole - quasi la lunghezza di un breve post :)

Incredibile, vero?

Oppure - siamo rimasti colpiti da qualche articolo?

Molti blog e molte testate online hanno uno spazio dedicato ai commenti - non facciamo i timidi, e diciamo la nostra, con semplicità.

Due o tre commenti fanno quasi un altro post, in effetti.

O ancora: ci troviamo trascinati in una disputa sui social?

L'insieme dei vari botta e risposta già è una piccola storia, a due o più voci.

Come vediamo, non serve molto per mantenere in allenamento dita e meningi - anzi, forse lo stiamo già facendo, senza neppure accorgercene.

E parola dopo parola, giorno dopo giorno, i nostri pensieri si faranno più chiari, il nostro stile più fluido; e magari da qualche lettura potremo trarre spunto per un pezzo più lungo, chissà!


Ecco, solo con queste poche battute, ho già superato i 300 caratteri - ora tocca a voi!

Popular posts from this blog