#CronacheDiQuora - Scrivere un libro: come si parte?


[SE NON VI VA DI LEGGERE, ECCO IL VIDEO]

Ogni volta che qualcuno, su Quora, sceglie di rivolgere una domanda direttamente a me, è sempre un motivo di soddisfazione: se un perfetto sconosciuto decide di rivolgersi a me per sciogliere un dubbio, infatti, significa che la mia presenza sulla piattaforma è già considerata abbastanza autorevole.

Niente male, se consideriamo che frequento la versione italiana solo da pochi mesi.

Nello specifico, qualche giorno fa, un utente, forse incuriosito dai miei riferimenti alle mie prime pubblicazioni, mi ha chiesto:


Quali suggerimenti daresti a qualcuno che vuole scrivere il suo primo libro?


Visto che sto passando dalla seconda esperienza di questo tipo, ero sufficientemente qualificato a rispondere, che ne dite? ;)

Ecco quindi la mia risposta:


Sulla base della mia (per ora breve) esperienza di blogging e di scrittura di racconti, non pretendo di offrire indicazioni particolarmente autorevoli e men che meno valide per tutti.

Detto ciò, ecco le dritte che darei a chi volesse scrivere il suo primo libro:

  • Pianifica: stabilisci per bene sia i temi che vuoi affrontare, sia lo svolgimento, almeno a grandi linee, della storia che ti accingi a creare: mettere troppa carne al fuoco o darsi degli obiettivi troppo ambiziosi può spegnere l’entusiasmo dopo le prime pagine;
  • Sii costante: non importa se per tre ore o per venti minuti, ma cerca di trovare ogni giorno un po’ di tempo per riprendere in mano il tuo lavoro, per rileggerlo e per proseguire anche solo di qualche paragrafo - più tempo lasci fra una sessione e l’altra, più rischi che il ferro si raffreddi, per così dire, e che l’intero progetto si areni;
  • Editoria tradizionale o self-publishing? Si tratta di una scelta delicata, che può essere influenzata da molti fattori - io ad esempio ho optato per il secondo, avendo solo pochi racconti e volendo prima “saggiare” la risposta del pubblico; certamente questa via mi ha permesso di avere subito il mio libro negli store online, ma l’attesa per la risposta di una Casa Editrice sarebbe stata compensata da tutta una serie di servizi (editing, cover design, promozione), che chiaramente con il self non sono scontati;
  • Fai networking: in attesa del lancio del tuo libro, inizia a costruire dei solidi rapporti con le comunità di lettori che trovi sui social media, con i book bloggers, e con i tuoi colleghi autori - costruire una rete di contatti ti sarà utile per far conoscere il tuo lavoro e raggiungere potenziali beta-readers per avere un primo riscontro.

Ecco, questo era quello che volevo dire - in bocca al lupo :)


Chissà se le mie dritte gli saranno di aiuto... alla prossima!

Popular posts from this blog