#GiovaniDiOggi - un pareggio, una sconfitta, una vittoria


Eccoci alle soglie di un nuovo weekend, e al nostro consueto appuntamento con i #GiovaniDiOggi.

Che dire?

La settimana che ci stiamo lasciando alle spalle non è stata di sicuro priva di interesse sul fronte Millennial - diversamente dal solito, fra l'altro, per una volta le cose non sembrano esserci andate troppo male, tanto da poter parlare di un pareggio, di una sconfitta, e persino di una vittoria.

Vediamoli insieme:


1 - Pareggio: gli ultimi dati Istat sul Mercato del Lavoro

La settimana si è aperta con l'ultimo rapporto Istat sull'occupazione, che almeno a prima vista ci regala un po' di ottimismo: i dati raccolti, infatti, mostrano una disoccupazione ai minimi storici (10,7%); non male nemmeno quella giovanile, che scende al 31,9%.

Tutto bene, quindi?

Be', non proprio: infatti, dietro ai numeri, risulta come per i lavoratori più giovani la strada sia tutt'altro che spianata: nel mese di maggio, infatti, i nuovi occupati ultracinquantenni sono 98.000, mentre per la fascia 24-34 anni ci si ferma a 31.000 - insomma, per ogni neoassunto under 35, ce ne sono tre appartenenti alla generazione dei suoi genitori.

Non solo: nel periodo marzo-maggio 2018, sono ben 105.000 i nuovi dipendenti con un contratto a termine, mentre solo a 38.000 è stato offerto un contratto a tempo indeterminato.

Un trionfo del precariato, insomma, che non ha mancato di suscitare vivaci polemiche fra gli esponenti del nuovo Governo e di quello precedente.

Ecco perché possiamo parlare di pareggio: le cose migliorano - ma non troppo: vedremo se il Decreto Dignità riuscirà a cambiare le cose.


2 - Sconfitta: addio, Mosaicoon

Nel corso della settimana, una doccia fredda sul mondo delle startup: dopo dieci anni di successi, di finanziamenti, di riconoscimenti, annuncia l'addio la siciliana Mosaicoon, fondata nel 2009 da Ugo Parodi Giusino e divenuta leader nel campo del Video Marketing.

Una caduta tanto repentina e inaspettata da cogliere un po' tutti di sorpresa - e che probabilmente ha molto a che fare con un'espansione troppo rapida, culminata nella creazione di un quartier generale avveniristico a Isola delle Femmine, Palermo, avamposto concreto e ideale per il sogno di una vera e propria Sicilian Valley.

Un progetto ambizioso, che nonostante il triste epilogo lascia dietro di sé risultati di tutto rispetto, dalla longevità al fatturato, dalla conquista dell'Asia alla nascita di un team di circa cento dipendenti - ai quali ora tutti augurano di poter investire il proprio talento in nuovi, promettenti progetti.

Una sconfitta, insomma, ma non priva di una sua grandezza.


3 - Vittoria: la Riforma UE del Copyright

Infine, giovedì 5 luglio, verso mezzogiorno, il Parlamento Europeo ha rinviato, in un voto al cardiopalma, l'approvazione della controversa Direttiva sulla riforma del diritto d'autore - un provvedimento che nelle settimane e nei giorni precedenti aveva suscitato non poche critiche, soprattutto per i potenziali rischi alla libera fruizione di informazioni e alla libertà d'espressione.

Un risultato non scontato, al quale si è giunti anche grazie alla partecipazione di oltre 800.000 cittadini europei, tra cui moltissimi giovani, mobilitatisi attraverso la Rete per convincere i propri rappresentanti.

Uno sforzo corale e coronato da successo, al quale personalmente sono molto fiero di aver contribuito, per quanto possibile.

Ora, la discussione è in di nuovo in programma per settembre, e si attendono modifiche rilevanti agli articoli 11 e 13 della Direttiva, ritenuti i punti più problematici dagli esperti e dagli attivisti.

Per il momento, abbiamo vinto.


Niente male, vero?

Nonostante le innegabili difficoltà, i #GiovaniDiOggi continuano a rivendicare un ruolo importante in molte delle questioni più pressanti a livello nazionale e globale - lavoro, innovazione, diritti; il tutto con buona pace di quanti vorrebbero perpetuare lo stereotipo della "generazione allo sbando"!

E per questa settimana è tutto - alla prossima!


Popular posts from this blog

Comment Marketing - 5 consigli per farlo bene [VIDEO + INFOGRAFICA]